Obiettivi

Con la campagna Bee Life, vogliamo


Denunciare gli effetti subdoli e tossici dei nuovi insetticidi sistemici

– Dimostrare che i pesticidi sono una delle cause principali del declino delle api. La causa più facilmente eliminabile

– Provare lo stretto legame tra il declino delle api e il declino di tutti gli invertebrati

Sostenere concretamente e adeguatamente le attività dell’organizzazione europea  Bee Life – EBC di informazione e sollecitazione degli ambiti  decisionali europei in materia di pesticidi, autorizzazioni di molecole e monitoraggio della salute delle api

– Chiedere accertamenti scientifici affidabili – indipendenti dai venditori – in merito agli effetti dei  pesticidi  sugli insetti impollinatori, nel processo di autorizzazione di sostanze chimiche in agricoltura

– Ottenere la sospensione definitiva e totale dell’impiego di insetticidi sistemici su tutte le colture

 

Cosa serve


Per raggiungere questi obiettivi è necessario organizzare azioni di sensibilizzazione e pressione sugli organi decisionali a livello nazionale ed europeo.

I fondi raccolti andranno quindi destinati a finanziare attività di comunicazione, raccolta di dati tecnico – scientifici e denuncia.

Destinatario principale, per il biennio 2014 – 2015: “Bee Life – Coordinamento Apistico Europeo“, interlocutore apistico delle istituzioni e agenzie europee, che vanta tra i suoi membri associazioni apistiche di 10 nazioni europee.

80.000 euro nel 2014 e 80.000 euro nel 2015. Questi i fondi necessari a garantire le attività di Bee Life – Coordinamento Apistico Europeo e della mobilitazione associazionistica italiana avviata da Bee Generation, Unaapi, Conapi e Aapi.

Ogni annualità si divide in due fasi di raccolta:

– la prima vede il contributo di chi le api le conosce e protegge da sempre, gli apicoltori e le associazioni apistiche;

– la seconda, di chi crede nelle api, nella biodiversità e nella vita, la cittadinanza.